La casa -4-

Si sentono le campane del duomo da quassù, si vede anche il campanile, la merlatura del castello e altri edifici storici della città.

Quando ho saputo che ci saremo trasferiti al settimo piano, avevo avuto una visione silenziosa, o comunque più silenziosa di altri appartamenti, non che quassù ci sia confusione ma i rumori vengono amplificati e ad esempio le ambulanze la notte, sembra che si fermino davanti al balcone, non mi stupirei di vedere i lampeggianti dalla finestra.

Settimana scorsa ci sono stati dei concerti in piazza duomo, hanno costruito un palco enorme, messo delle gradinate di ferro e ogni sera chiudevano la piazza per far entrare solo quelli che avevano acquistato il biglietto per la serata. Io li ho sentiti tutti dal balcone, certo non si sentivano bene bene ma la musica in alcuni momenti arrivava nitida, specialmente se spirava vento dal centro città.

Dal lato destro, tra i tanti edifici, c’è un vecchio complesso di uffici in vecchio stile. Inizialmente credo fosse abbandonato, non si vede mai nessun movimento dalle finestre e dentro è sempre buio, o meglio, quasi sempre. Ho scoperto delle luci provenire da una delle finestre una sera e qualche giorno dopo ho notato anche delle persone entrarci. Credo ci siano degli uffici di avvocati o roba simile, ma la maggior parte dei locali rimani comunque vuota. A guardare la struttura fatiscente nei suoi quattro piani, da proprio un senso di abbandono. Per la precisione, ora che ci faccio caso, dietro al primo stabile ve ne è un secondo, più altro di due o tre piani circa. I due edifici sono separati da uno spiazzo asfaltato, una sorta di parcheggio forse, dove ai tempi d’oro ci parcheggiavano le auto, ora ovviamente è vuoto, lasciato al degrado e alla sporcizia. Ci vanno i ragazzini a giocare a pallone di pomeriggio, non saprei dire se giocano a calcio o a basket o altro, da quassù non li vedo perché i due casermoni sono orizzontali rispetto alla mia posizione e la zona rimane celata alla mia vista ma li sento e con un pallone giocano di sicuro, i rimbalzi del pallone sull’asfalto li sento come se giocassero nel balcone e le urla di gioia per un punto o di incitamento mi fanno sentire come in mezzo a una partita allo stadio. Credo che i due edifici fungano come da cassa di risonanza portando i rumori fin quassù. Ora però le scuole sono cominciate e i ragazzini non vengono più di frequente come prima.

13709802_10209836569180297_6407894103875928759_nIl silenzio è tornato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: