La casa -3-

Nel 2002 mi sono diplomata con un anno di ritardo , non che la cosa mi dispiaccia, anzi, sono contenta di aver ripetuto la tersa superiore, tanto non ci avevo capito niente e la classe in cui sono finita era davvero meravigliosa. Quando ora si organizza una cena per fare una rimpatriata tutti insieme è sempre uno spasso.

Nell’inverno 2002 è arrivato a sorpresa il mio gatto, a sorpresa perché non me lo sarei mai aspettata, mia mamma aveva messo la parola “fine” per quanto riguarda gli animali e sembrava parecchio irremovibile dalla sua decisione.

Quando ero piccola ci fu un periodo che eravamo sommerse dagli animali: un cane, un gatto, tre tortore, due tartarughe e un orsetto russo. Sarà che ero una bambina ma di tutti questi animali solo l’orsetto russo lo ricordo con tenerezza. Comunque, l’invasione di animale non è durata più di qualche anno, poi la padrona di casa di allora si accorse che nell’appartamento c’erano animali e noi vivevamo in un condominio dove erano vietati, abbiamo dovuti darli via tutti e da allora il divieto ha imperato in casa nostra sia per la proibizione sia per a livello affettivo. Separarsene all’epoca per mamma non deve essere stato facile.

Passarono gli anni e il 31 ottobre 2001 la gatta di un’amica di mamma, partorisce tre gattini, dopo la terza o quarta visita che le faceva i piccoli micetti le hanno sciolto il cuore e un giorno inaspettato siamo tornate a casa con un piccolo batuffolo di amore infinito.

Morfeo. L’amica di mia madre lo aveva chiamato così per via di Matrix il film. Noi inizialmente si pensava fosse una femminuccia e la volevamo chiamare Morgana ma visto che la cucciolata era interamente di maschi e il nome che gli era stato dato non ci dispiaceva abbiamo tenuto Morfeo. Lui è stato il mio amore più puro e assoluto per quasi 14anni.f1514552

Dopo un annetto, sempre un’amica di mia mamma con figli piccoli va alla pensione gestita dai proprietari del negozio per animali dove ci rifornivamo. In negozio avevano messo dei volantini con la foto di due cani di piccola taglia, un pincher e un pechinese. Pare che il proprietario li avesse portati a lavare entrambi e non fosse mai tornato a riprenderli. A farla breve quel giorno fu mia mamma a tornare a casa con il cane, non la sua amica, per lei erano troppo grandi, aveva pensato a un cucciolo per i suo bambini, mentre mia madre racconta sempre che aperta la portiera della macchina per tornare a casa, il pechinese è salito in macchina sedendosi sul sedile tutto scodinzolante. Così si aggiunse Rudy

f1494775

Non ero contenta dell’arrivo del cane, la prima settimana di convivenza tra i due è stata terribile; Rudy stava praticamente a guinzaglio legato alla zampa del tavolo in soggiorno e Morfeo, che per lui quella era una invasione di casa sua, correva strisciando appiattendosi ai muri e quando non riusciva a evitare il confronto, miagolava gutturalmente, guardandolo fisso, lo guardava fisso e rizzava il pelo come mai gli avevo visto fare. E’ stata una settimana di inferno per me, non riuscivo a sentirgli fare quai versi, mi sembrava come se fosse arrabbiato con me per l’intruso molesto che aveva rovinato la sua pace. In effetti io non volevo mica un cane e il povero Rudy (in seguito siamo venute a sapere che era stato abbandonato due volte) era un cane un po’ problematico e bisognoso di attenzioni, ma io vedo il mio gatto arrabbiato e per niente affettuoso e le rare volte che veniva a acciambellarsi sulle gambe, subito il cane arrivava prorompente e tanto faceva che Morfeo si scoccia e andava via arrabbiato.

Ho sempre pensato che in generale i cani siano più impegnativi dei gatti e non credo sia solo una questione che si può risolvere con una casa con giardino. Penso sia proprio questione di indipendenza dell’animale, certo la comodità della lettiera e del fatto che bene o male i gatti si puliscono da soli non è da poco. Insomma per quanto mi piacciono gli animali, tutti, da tenere in casa scelgo il gatto.

Rudy riconosceva in mia mamma la sua padrona, quindi obbediva solo a lei, quando dovevo portarlo fuori (cosa che non mi è mai piaciuta troppo) potevo orlare “ordini” quanto volevo, lui non li ascoltava mai. Era un cane asociale, quando incontravamo altri cani per strada dovevo cercare in tutti i modi di evitarli, lui iniziava ad abbaiare come un forsennato fino a che non sparivano dalla sua vista, al contrario con le persone era fin troppo entrante, te lo trovavi a chiedere coccole in continuazione, ti seguiva come un’ombra, Addirittura quando mia mamma rideva, non capiva la situazione e a lui, probabilmente, sembrava urlasse, quindi ritenendo che fossi io la causa del malessere dalla sua padrona mi si attaccava ai pantaloni mordendomi, tirando e strattonandomi per farmi smettere, solo che ovviamente io non ero la causa di niente e sopratutto, nessuno stava male ma io mi prendevo morsi alle caviglie per niente. Ho sempre saputo di non essermi mai attaccata molto a Rudy mi è sempre dispiaciuto molto, ma non ci potevo fare niente. Ci lasciò dopo una decina di anni e per mia madre è stato un brutto momento, lei, al contrario di me, si era molto attaccata a lui.

Rimasto solo Morfeo piano piano iniziò a essere più affettuoso e il nostro rapporto migliorò notevolmente, ci capivamo a vicenda, io gli spiegavo le cose, lui miagolava in risposta o rimaneva in silenzio guardandomi con gli occhioni verdi e io capivo tutto, e lui capiva tutto. E’ stato il primo a cui ho detto con tutto il cuore “ti amo”, ogni tanto glielo sussurravo agli orecchi e lui mi strizzava gli occhi.

Poi uno dei primi giorni caldi alla fine di giugno del 2016 se ne è andato tra le mie braccia.

Ora c’è silenzio in casa.

13177974_10209305086613565_4188155816135957109_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: