L’evocazione (The Conjuring)

conjuring-2Ai giorni d’oggi avere inventiva e riuscire a tenere il pubblico con il fiato sospeso con un film horror, senza cadere nel ridicolo, è davvero difficile a mio parere.

Spesso ci troviamo a vedere scene grottesche quasi comiche che tutto fanno tranne che paura. Che poi cosa fa paura?

Fin da piccola mi sono sempre piaciuti i film horror, ne ho visti davvero tanti in tutte le salse, dai b-movie che davano l’estate con notte horror, ai classici di Dario Argento e via di seguito.

Una costante che ho sempre ricercato in questi film non è tanto la scena di sorpresa, accompagnata dalla musica che esplode in un istante, quelle scene che di solito fanno urlare  al cinema e sobbalzare sulla poltrona, no non questo tipo di Paura ma quella che ti fa accelerare il battito, quella che ti fa socchiudere gli occhi o portare le mani al volto quando si è piccoli.

Questo è quello che ricerco in un film di paura, che mi faccia paura! Che tornando a casa mi senta un po’ strana, spossata, impaurita appunto e secondo me ultimamente per quanto impegno ci mettano, non sono molti i film del genere che ti rilasciano queste sensazioni.

The Conjuring è stato uno di questi.

Si racconta in questo film degli aneddoti, ovviamente romanzati e rivisti, successi realmente, di una famiglia che cambiando casa si imbatte negli spiriti che la abitano e di una coppia, una medium e suo marito, un acceso credente, che aiutano la gente con queste presenze.

Detto così ci sono un milione di film che potrebbero riassumersi in questo modo. Ma The Conjuring è stato molto ben curato.

La musica appropriata (cosa che in molti film sottovalutano e che invece a mio parere è fondamentale) i colori, gli ambienti, le inquadrature, insomma è stato tutto molto curato e serio, si credo che la parola che più si addice sia serio. Nel senso che rispetto a altri film che cercando l’atmosfera reale, dove lo spettatore si immedesima e non resta distaccato perché evidentemente quello che sta vedendo è frutto di finzione, questo film ha trovato questa dimensione.

Solo in una scena, dove il presunto spettro è su un grosso armadio e piomba addosso alla sua vittima, mi è un po’ caduto, ma il resto l’ho apprezzato.

Infine anche la recitazione degli attori mi è piaciuta, in particolar modo la medium.

il film non ha deluso le mie aspettative ,rientra nel genere horror che ultimamente affibbiano anche a film che di horror non hanno davvero niente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: